October 23, 2023

UMBERTO GALIMBERTI

๐”๐Œ๐๐„๐‘๐“๐Ž ๐†๐€๐‹๐ˆ๐Œ๐๐„๐‘๐“๐ˆ
๐‹’๐ž๐ญ๐ข๐œ๐š ๐๐ž๐ฅ ๐ฏ๐ข๐š๐ง๐๐š๐ง๐ญ๐ž

________________________

๐Ÿ“ ๐“๐‘๐„๐๐“๐Ž
๐€๐ฎ๐๐ข๐ญ๐จ๐ซ๐ข๐ฎ๐ฆ ๐’๐š๐ง๐ญ๐š ๐‚๐ก๐ข๐š๐ซ๐š
Mercoledรฌ 21 febbraio 2024ย ore 21:00

PREVENDITE
ยปย www.ticketone.it/Galimberti_TN
ยปย www.boxol.it/Galimberti_TN
ยป Biglietterie delย Centro Santa Chiara

 

Lโ€™Occidente ha due radici: il mondo greco e la tradizione giudaico-cristiana. Per quanto dischiudano orizzonti completamente diversi, entrambi descrivono un mondo dotato di ordine e stabilitร . Ma noi viviamo nellโ€™etร  della tecnica. รˆ finito lโ€™incanto del mondo tipico degli antichi. รˆ finito anche il disincanto dei moderni, che ancora agivano secondo un orizzonte di senso e un fine. La tecnica non tende a uno scopo, non apre scenari di salvezza, non svela la veritร : la tecnicaย funziona. Lโ€™etica, come forma dellโ€™agireย in vista di fini, celebra la sua impotenza. Il mondo รจ ora regolato dalย fareย come pura produzione di risultati.

Lโ€™unica etica possibile, scrive Umberto Galimberti, รจ quella del viandante. A differenza del viaggiatore, il viandante non ha meta. Il suo percorso nomade, tuttโ€™altro che unโ€™anarchica erranza, si fa carico dellโ€™assenza di uno scopo. Il viandante spinge avanti i suoi passi, ma non piรน con lโ€™intenzione di trovare qualcosa, la casa, la patria, lโ€™amore, la veritร , la salvezza. Cammina per non perdere le figure del paesaggio. E cosรฌ scopre il vuoto della legge e il sonno della politica, ancora incuranti dellโ€™unica condizione comune allโ€™umanitร : come lโ€™Ulisse dantesco, tutti gli uomini sono uomini di frontiera.
Oggi lโ€™uomo sa di non essere al centro. Lโ€™etica del viandante si oppone allโ€™etica antropologica del dominio della Terra. Denuncia il nostro modello di civiltร  e mette in evidenza che la sua diffusione in tutto il pianeta equivale alla fine della biosfera. Lโ€™umanesimo del dominio รจ un umanesimo senza futuro. Il viandante percorre invece la terra senza possederla, perchรฉ sa che la vita appartiene alla natura. Cosรฌ ci guida Galimberti: โ€œLโ€™etica del viandante avvia a questi pensieri. Sono pensieri ancora tutti da pensare, ma il paesaggio da essi dispiegato รจ giร  la nostra instabile, provvisoria e incompiuta dimoraโ€.

Nellโ€™etร  della tecnica non comprendiamo piรน il mondo a partire da un senso ultimo. La storia non รจ piรน inscritta in un fine. Lโ€™unica etica possibile รจ quella che si fa carico della pura processualitร : senza meta, come il percorso del viandante.

๐Ÿ’Œย info@fiabamusic.it